(FOTO) Processo Corona, ridotta la pena, lui sfoggia il tattoo finto provocatorio

La Corte d’Appello di Milano ha ridotto da 12 a 6 mesi la condanna per Fabrizio Corona per i 2,6 milioni di euro trovati nel controsoffitto della casa di una sua collaboratrice

Fabrizio Corona ha sfidato (nuovamente) i giudici. Questa mattina si è presentato in Tribunale a Milano, per il processo di appello circa i 2,6 milioni di euro nascosti nel controsoffitto della casa di una sua collaboratrice, con un tatuaggio provocatorio all’indirizzo delle toghe.

Ciò detto, il nuovo tattoo è in testa, di lato sopra l’orecchio. Ed è una scritta. Con scritto “Viva la libertà“. E una stellina nera a corredare il messaggio.

Insomma, un messaggio palesemente polemico nei confronti della giustizia italiana, con la quale il paparazzo più famoso d’Italia non ha mai avuto un buon rapporto.


clicca per ingrandire

Pena ridotta la re dei paparazzi

Per inciso, la corte meneghina ha ridotto la condanna da 12 mesi a 6 mesi di reclusione: insomma, una (mezza) vittoria per il vip. “Dedico questa vittoria a mio figlio” ha commentato a caldo. E quando ha capito che la pena sarebbe stata più lieve, mentre i giudici stavano ancora leggendo il verdetto, Corona ha battuto un pugno sul tavolo lasciandosi andare ad abbracci ed esultanze ccon il suo legale Ivano Chiesa, venendo richiamato all’ordine.

 

FONTE: http://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/fabrizio-corona-si-presenta-tribunale-tatuaggio-sfida-ai-1578966.html

Potrebbe interessarti anche:

(FOTO) Processo Corona, ridotta la pena, lui sfoggia il tattoo finto provocatorio

Segnala a Zazoom - Blog Directory